Il protocollo TCP/IP

Il protocollo TCP/IP Il TCP/IP Internet Protocol Suite è il nome dato ad un set di protocolli sviluppato in seno al DoD degli Stati Uniti (Department of Defense) dal DARPA (Defense Advanced Research Project Agency). All’epoca esisteva una sola rete, ARPA-net, che connetteva solo pochi computer a livello universitario. Tutto nacque dall’esigenza di connettere insieme più reti possibili già esistenti, ma la comunicazione tra due utenti posti in posizione reciprocamente remota era ostacolata dal dover utilizzare una serie di reti diverse sia dal punto di vista dei protocolli che dai mezzi di trasporto fisico. L’idea era quindi di realizzare una comunicazione dati, in una rete composta di reti, perpetuata in modo da mascherare i dettagli hardware con cui erano realizzate le singole reti. Stabilire quindi una sorta di circuito virtuale tra due utenti che comunichino tra loro convinti di essere connessi direttamente, senza preoccuparsi delle particolari realizzazioni hardware che stiano sfruttando per fare ciò. Da tutto ciò nacque la rete delle reti (Internet). Il nome TCP/IP proviene dai protocolli basilari sui quali si impernia tutta la suite: un servizio di trasporto orientato alla connessione (TCP) e un servizio a livello di rete senza connessione (IP). Nato dunque in ambito militare agli inizi degli anni Ottanta il TCP/IP raggiunge la piena maturità con il suo ingresso all’università, quando il DARPA ne promosse la diffusione tra i laboratori di ricerca universitaria grazie ad una implementazione a basso costo per il Berkeley UNIX. TCP/IP è un modello a quattro strati: fisico, rete (IP), trasporto (TCP) ed applicativo. L’architettura somiglia fino a un certo punto al famoso modello a sette strati OSI. Lo schema seguente classifica secondo la stratificazione OSI le principali applicazioni (per Application Layer) e i principali protocolli (per gli altri layer) di TCP/IP che saranno discussi in maggiore dettaglio nel seguito del capitolo. Principali moduli e protocolli del TCP/IP (classificati secondo la stratificazione OSI)   I protocolli della suite TCP/IP sfruttano una tecnica nota come “encapsulation” cioè, quando i protocolli lavorano a strati sovrapposti (TCP-> IP-> NAL), ogni strato successivo aggiunge informazioni (header) in testa al pacchetto generato dal precedente, creando un nuovo pacchetto che lo incapsula. L’incapsulamento progressivo continua fino a quando si giunge a livello della rete fisica e le informazioni vengono trasmesse. All’altro estremo, la stazione ricevente esegue l’operazione inversa, sbucciando il pacchetto come se fosse una cipolla a mano a mano che questo sale i vari strati del protocollo, fino a che restano...
readmore
line
footer