Il sogno di Steve Jobs 39 anni dopo l’incontro in quel garage

Il sogno di Steve Jobs 39 anni dopo l’incontro in quel garage Il 1º aprile 1976 tre giovani americani, Steve Jobs, Steve Wozniak e Ronald Wayne, fondano a Cupertino, nella Silicon Valley, in California, la Apple Computer Company, azienda di informatica che produce sistemi operativi, computer e dispositivi multimediali. È attualmente una delle aziende più note, discusse, e produttive del mondo. Con il suo prodotto iPhone 6/6 Plus, l’azienda detiene il record di smartphone più venduto al mondo. Nella foto Steve Jobs e Steve Wozniak nel 1976 (Reuters)   Steve Jobs e Steve Wozniak nel 1976 (Reuters) Steve Wozniak con il primo Apple computer (Ap) Wozniak e Jobs con il primo prototipo, l'Apple I La presentazione dell'Apple II a Cupertino nel 1977 Steve Jobs, Mike Markkula e Steve Wozniak 1998, Nasce l'Imac. (Ap) 2002. Al Macworld Expo di Tokyo (Getty Images) l'iPod: la rivoluzione musicale 2005. Il nuovo iPod Shuffle (Ap) 2008. Viene presentato l' iPod Nano (Afp) 2007. Presentazione Iphone (Epa) 2011. Presentazione Ipad 2 (Ap) Steve Jobs 2011. La notizia della morte di Steve Jobs....
readmore

WhatsApp, chiamate vocali su iOS: ecco quando

WhatsApp, chiamate vocali su iOS: ecco quando Brian Acton, cofondatore di WhatsApp, ha confermato che la funzionalità Voice Call sta per essere attivata anche su iOS, con le stesse modalità di Android. Le chiamate vocali con WhatsApp verranno attivate anche su iOS nelle prossime settimane. La conferma è arrivata direttamente dal cofondatore Brian Acton, durante un intervista rilasciata alla conferenza F8 di San Francisco. Sono state annunciate già da molto tempo, attualmente solo per sitema Android, ma per iOS sembrano essere diventate realtà. Le chiamate vocali di WhatsApp arriveranno sul sistema operativo iOS dell’Azienda di Cupertino, su iPhone, entro un paio di settimane. Lo ha annunciato il cofondatore della chat, Brian Acton, secondo quanto riportato dal sito Venture Beat. Intervenendo all’F8, la conferenza di Facebook per gli sviluppatori in corso a San Francisco. Brutte notizie, invece, per gli sviluppatori: Facebook non rilascerà le API di WhatsApp, quindi nessuno potrà accedere al servizio di messaggistica mediante app di terze parti.   Brian Acton inotre ha spiegato che il team di WhatsApp ha trascorso l’ultimo anno a perfezionare lechiamate VoIP prima di renderle disponibili su Android, dove ora funzionano con un meccanismo a inviti. Stessa attenzione, quindi, è stata data alla piattaforma iOS, su cui la messa a punto delle telefonate sembra essere quasi ultimata. Attualmente su Android l’infrastruttura per supportare il nuovo servizio è già pronta, ma il rollout avverrà in modo graduale. Solo alcuni utenti, scelti a caso, possono usare la feature Voice Call, mentre gli altri devono prima ricevere un invito. Acton non ha svelato una data precisa per l’arrivo delle chiamate vocali su iOS, specificando solo che ciò avverrà tra diverse settimane. Con ogni probabilità il servizio sarà abilitato con le medesime modalità di Android: dapprima un update dell’app, quindi un sistema ad inviti, quindi un rollout lento e progressivo....
readmore

Samsung e Microsoft, sempre più uniti

Samsung e Microsoft, sempre più uniti Samsung e Microsoft espandono la loro collaborazione non solo sugli smartphone ma presto anche su una serie di tablet targati Samsung, che avranno software Microsoft pre-installati Sembra che Samsung e Microsoft abbiano finalmente appianato del tutto le loro divergenze per virare verso una strategia di partnership. La collaborazione fra le due aziende si sta delineando in una serie di nuovi accordi e i primi frutti di quest’intesa sono già stati presentati a Barcellona durante il keynote dedicato al Samsung Galaxy S6, che arriverà sul mercato con pre-installati Microsoft OneNote, Microsoft OneDrive e Skype. Da qualche giorno inoltre le due società hanno annunciato che i servizi Microsoft saranno presenti su una selezione di tablet Android di Samsung, a partire dai prossimi mesi. Samsung inizierà anche a vendere i servizi di Microsoft Office 365 in bundle con il proprio prodotto di sicurezza Knox. “Grandi cose accadono quando servizi e dispositivi convergono – ha dichiarato Peggy Johnson, Executive Microsoft VP in un comunicato – La nostra partnership con Samsung è emblematica dei nostri sforzi per offrire il meglio dei servizi di produttività di Microsoft a tutti, su tutti i dispositivi, così le persone potranno essere produttive ovunque, comunque e quando vorranno”. Microsoft aveva citato in giudizio Samsung lo scorso anno, sostenendo che il gigante coreano aveva ritardato i pagamenti per le royalties sui brevetti Microsoft sfruttati dal sistema operativo Android dei suoi devices, ma pare che questo scontro sia ora diventata un’occasione di partnership ecollaborazione fra i due colossi....
readmore

Tutte le App native dell’Apple Watch

Tutte le App native dell’Apple Watch Apple Watch nasce per un’interazione veloce, fatta di rapide occhiate e piccoli gesti. E le app incluse ne tengono conto. App che già conosci, come Mail, Messaggi e Mappe, funzionano in modi tutti nuovi. Altre sono ancora più comode ora che puoi portarle al polso, per esempio Siri, Musica e Passbook. E poi ci sono app completamente nuove, come Attività e Allenamento, e persino un’app che trasforma Apple Watch in un mirino per la fotocamera iSight dell’iPhone. Create per il tuo polso. MESSAGGI Apple Watch ti avvisa con un lieve tocco quando hai un nuovo messaggio: per vedere chi ti scrive e leggere il testo completo basta sollevare il polso. Puoi scegliere fra le risposte predefinite o dettarne una tu, registrare un messaggio audio oppure mandare un’emoji animata. TELEFONO Guarda chi ti sta chiamando senza prendere in mano l’iPhone. Usa l’altoparlante e il microfono integrati per le comunicazioni brevi, oppure passa all’iPhone se vuoi parlare più a lungo. Per togliere la suoneria a una chiamata in arrivo, ti basta coprire il tuo Apple Watch con la mano. MAIL Quando arriva un’email è subito sotto i tuoi occhi, per cui occupartene al volo è facile e immediato. Puoi darle un’occhiata, segnarla come letta o non letta, aggiungere un contrassegno o gettarla nel cestino. Oppure aprirla sull’iPhone e digitare una risposta. CALENDARIO Guarda cos’hai in agenda oggi o questa settimana. Con Apple Watch, i promemoria compaiono sul quadrante. E quando ricevi un invito a una riunione, puoi accettare o rifiutare all’istante e perfino mandare un’email all’organizzatore usando le risposte predefinite. ATTIVITA’ Apple Watch ti spinge ad alzarti più spesso, muoverti di più e fare più esercizio: i tre semplici cerchi colorati di quest’app sono fatti per darti un colpo d’occhio rapido ma esauriente sulla tua attività fisica giornaliera. ALLENAMENTO Durante le sessioni cardio, Apple Watch ti mostra in tempo reale informazioni come tempo, distanza, calorie bruciate, passo e velocità. Scegli fra allenamenti come corsa, camminata o bicicletta. MAPPE Devi andare da qualche parte? Apple Watch ti mostra il percorso migliore dalla tua posizione attuale. Il navigatore ti avvisa con un lieve tocco sul polso quando devi girare a destra o a sinistra. E puoi usare Siri per cercare ristoranti, stazioni di servizio e negozi nelle vicinanze. PASSBOOK Dalle carte d’imbarco, agli hotel che hai prenotato: con Passbook trovi tutto comodamente sul tuo polso. E se vuoi, appena si avvicina il momento di partire, Apple Watch te lo ricorda in anticipo. SIRI Siri ti fa...
readmore

Come scattare schermate Mac

Come scattare schermate Mac Una semplice guida per scattare screen Mac includendo il cursore del mouse; basta utilizzare l’applicativo Anteprima. Tra le scorciatoie tastiera su OS X più utilizzate dagli utenti vi rientrano certamente quelle dedicati agli schermate del Mac, come shift+cmd+3 e shift+cmd+4. Il primo permette di eseguire uno screen all’interno schermo del Mac, mentre il secondo di eseguire screen ad una specifica porzione dello schermo. In entrambi i casi, però, gli screen ottenuti non includono il cursore del mouse. Ecco come risolvere. Per effettuare screen all’intero schermo del Mac e includere allo stesso tempo il cursore del Mac è necessario e sufficiente utilizzare il programma Anteprima nativo di OS X. Aprendo anteprima si dovrà cliccare su File e, successivamente, scatta istantanea schermo. Da qui, si dovrà selezionare la voce “Da schermo intero”.   A questo punto partirà un countdown di pochi secondi al centro dello schermo, al termine del quale verrà automaticamente scattato uno immagine all’interno schermo del Mac, con incluso il cursore del mouse. Sarà quindi necessario farsi trovare pronti al termine del conto alla rovescia. Dopo che Anteprima avrà effettuato automaticamente lo screen, questo verrà aperto, potendolo salvare o modificare, come se si trattasse di una qualsiasi foto/immagine. Il sistema non sarà così immediato ed intuitivo come le scorciatoie sopra descritte, ma di tratta di un metodo pratico, molto utile nel caso in cui si voglia, ad esempio, scrivere una guida ed evidenziare con il cursore del mouse una particolare porzione dello schermo....
readmore
Pagina 3 del 912345...»
line
footer